CAPPUCCIO CERVICALE

Cos’è il cappuccio cervicale? A cosa serve? Come si utilizza? Ecco quello che devi sapere a riguardo di questo piccolo e curioso anticoncezionale.

Il cappuccio vaginale è uno dei vari strumenti a nostra disposizione per evitare gravidanze indesiderate.

Il cappuccio è realizzato in gomma elastica o silicone e il suo compito è quello di tenere al di fuori dal collo dell’utero gli spermatozoi.


È un contraccettivo molto simile al diaframma come forma, ma molto più piccolo. Questo va inserito e adeso al collo dell’utero come fosse una ventosa.
Se si sceglie questo metodo è doveroso parlarne con un medico o specialista per decidere insieme la misura corretta del cappuccio.

bing.com
LEGGI ANCHE : PRESERVATIVO FEMMINILE

QUANDO POSSO USARE IL CAPPUCCIO VAGINALE

Il cappuccio può essere posizionato in anticipo all’interno della vagina prima del rapporto.
Tra i vari strumenti anticoncezionali di barriera questo è l’unico che può rimanere fino a 48 ore all’interno.

Non deve essere assolutamente rimosso prima di 6 ore dopo il rapporto sessuale ed è suggerito vivamente di utilizzarlo insieme ad uno spermicida.

La sua efficacia dipende dal posizionamento corretto all’interno della vagina.

CHI PUÒ UTILIZZARE IL CAPPUCCIO VAGINALE

L’efficacia del cappuccio dipende anche se la donna abbia partorito naturalmente o meno.
Nelle donne che non hanno ancora partorito il cappuccio risulta essere efficace al 86% mentre per chi, invece, ha già avuto un parto vaginale lo è al 71%.

Universo Donna é anche su Pinterest!
Seguici anche sui Social!

Queste informazioni sono state tratte in parte da un App (sia per IOS ed Android) che aiuta monitorare il calendario delle mestruazioni, informa mano a mano e in modo gratuito tramite delle notifiche, di alcune nozioni che possono essere di grande aiuto. Lo suggerisco a pieno.

Calendario mestruale Flo – App su Google Play e Apple Store

Immagine copertina presa su Bing.com

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: